Iris Italia - Notizie sul sociale e sull'assistenza domiciliare a Roma - Può allungare la vita la rimozione delle cellule dell’invecchiamento

 14 Giu 2017

Potrebbe allungare la vita l’eliminazione di cellule invecchiate. Si evince da uno studio americano, secondo il quale, l’eliminazione mirata alle cellule senescenti che si accumulano nei tessuti nel tempo, potrebbe ritardare l’insorgere di patologie legate all’avanzamento dell’età, contribuendo all’allungamento della vita.

Le cellule in questione, svolgono all’interno del nostro organismo, un importante funzione ovvero contribuiscono alla riparazione delle lesioni e alla guarigione delle ferite ma allo stesso tempo possono favorire l’insorgere di alcune neoplasie come il cancro e malattie degenerative.

Durante la ricerca, i ricercatori sono stati in grado di creare un nuovo farmaco capace di distruggere le cellule invecchiate e contemporaneamente diminuire la degenerazione articolare.

E’ emerso al termine dell’esperimento che il nuovo farmaco ha contribuito alla riduzione progressiva dell’artrosi consentendo la nuova generazione della cartilagine per la riparazione delle articolazioni.

Gli scienziati hanno testato il nuovo medicinale direttamente sulle cellule della cartilagine prelevate da alcuni pazienti con artrosi. Al termine è risultato che eliminando le cellule legate all’invecchiamento, può favorire un allungamento della vita poiché contribuiscono a non far insorgere patologie degenerative e neoplasie.



Area collaboratori

L'accesso all'area riservata consente di visualizzare, ai partecipanti al progetto "Iris Italia", il valore delle prestazioni erogate, le fatture ricevute, i rimborsi spese dei volontari e la visualizzazione mensile del bilancio.

 Accedi all'area riservata